Verifica punti patente: come controllare il saldo con SPID e app da cellulare

Ti stai chiedendo quanti punti hai sulla tua patente? In questo articolo ti spieghiamo come verificare il punteggio della tua patente in modo semplice e veloce.

Se ti è stata sospesa la patente di guida ricordati che MultateTest redige in automatico ricorsi ed istanze, tra cui l’istanza rivolta al Prefetto per richiedere il permesso orario di guida in caso di ritiro della patente.

Per provare gratuitamente MultaTest clicca qui, e in pochi minuti avrai l’istanza per ottenere il permesso orario di guida.    

Come verificare il punteggio della patente

E’ possibile verificare in qualsiasi momento il punteggio della propria patente di guida:

Info punti patente – servizio telefonico

Per chi non avesse la possibilità di utilizzare il computer, lo smartphone o SPID, è possibile verificare il saldo punti della propria patente di guida in modo semplice e veloce chiamando il numero 848 782 782 attivo 24 ore su 24, al costo di una telefonata urbana. Ma fai attenzione il servizio è raggiungibile solo da telefono fisso.

Una volta effettuata la chiamata devi seguire semplicemente le istruzioni impartite da una segreteria telefonica e scegliere le opzioni indicate tramite tastierino numerico, inserendo la data di nascita del titolare e il numero di patente (vedi al punto 5 della facciata per le nuove patenti modello Card

Come funziona la nuova applicazione iPatente

iPatente è l’applicazione ufficiale del Dipartimento dei Trasporti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che eroga servizi online per la motorizzazione.

Attraverso questa applicazione facile e veloce potrai verificare:

  • il saldo aggiornato dei punti sulla tua patente di guida
  • la scadenza della patente
  • le variazioni di punteggio

E’ possibile inoltre monitorare lo stato di avanzamento delle tue pratiche presso la Motorizzazione Civile, nonché attivare un servizio di notifica che ti avviserà sulla la prossima scadenza della patente e sulla variazione dei punti.

L’applicazione segnala anche gli eventuali incrementi e sottrazione di punti della patente di guida.

Come accedere al servizio per verificare il saldo punti

Per accedere al servizio “verifica saldo punti patente” è necessario essere registrati al “Portale dell’Automobilista www.ilportaledellautomobilista.it. In alternativa puoi registrarti direttamente con la nuova app iPatente, disponibile sugli store Apple, Google e Huawei.

Scarica da qui l’applicazione↓

Per accedere ai servizi messi a disposizione dall’applicazione devi usare gli stessi “nome utente” e “password” che utilizzi sul Portale dell’automobilista, ovvero le credenziali SPID.

I dati forniti dall’applicazione iPatente sono gli stessi presenti sul sito “Il Portale dell’Automobilista”.

Se sei già registrato al sito web del Ministero dei Trasporti devi sapere che, a partire dal 1 Marzo 2021, non sarà più possibile rinnovare le vecchie credenziali rilasciate dal Portale dell’Automobilista, poiché per poter accedere ai servizi si dovrà necessariamente utilizzare SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale.

Il saldo punti patente

Per verifica il saldo punti patente attraverso il Portale dell’Automobilista, bisogna andare sul sito www.ilportaledellautomobilista.it e cliccare sul tasto “ACCEDI AL PORTALE” che si trova in alto a destra.

Dopo si apre la seguente schermata.

A questo punto puoi accedere al Portale dell’Automobilista:

1) se sei un utente già registrato, inserisci le tue vecchie credenziali e clicca sul pulsante “Accedi”, oppure accedi con SPID

2) se sei un nuovo utente clicca su “Accedi con SPID” e poi inserisci i dati di registrazione

  • Nome
  • Cognome
  • Codice fiscale
  • Sesso
  • Indirizzo di posta elettronica
  • Numero di telefono mobile
  • Luogo e data di nascita
  • Documento d’identità
  • Indirizzo di posta elettronica/domicilio digitale

Il saldo punti patente è indicato all’interno del primo riquadro blu che si vede sulla sinistra.

Se oltre al saldo punti vuoi verificare anche i singoli accertamenti che hanno comportato la decurtazione dei punti, quando si apre la pagina clicca su “estratto conto” che si trova sempre all’interno del primo box denominato “Saldo punti”

saldo punti patente

Nell’estratto conto punti patente sono indicate tutte le variazioni dei punti a debito, persi a causa delle violazioni e, quelli a credito, dovuti all’incremento per l’assenza di violazioni. Nella scheda sono anche indicati la data della violazione e l’ente accertatore.

L’attestato saldo punti patente

Affianco all’estratto conto si trova l’attestato saldo punti con il quale il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile certifica il punteggio relativo alla tua patente come previsto dall’articolo 126-bis, comma 3, del Codice della Strada.

Tale documento è molto importante, in quanto, dal 1 ottobre 2020 il Ministero dei Trasporti non invia più la lettera contenente il saldo del punteggio.

La comunicazione sul punteggio e le informazioni sulle variazioni avvenute, decurtazioni ed incrementi, viene notificata tramite l’app Ipatente, inviata tramite email se si è registrati al sito www.ilportaledellautomobilista.it, oppure può essere appunto scaricata direttamente dal sito web, come abbiamo appena visto.

Cosa fare in caso di errore nell’attribuzione dei punti

Se dopo la consultazione del saldo punti nell’attestato ci sono errori o è stata attribuita una decurtazione non corretta, oppure non dovuta, è possibile richiedere l’eventuale rettifica unicamente all’organo di polizia che ha redatto il verbale (Carabinieri, Polizia Municipale, Polizia di Stato ecc.), ovvero che ha  provvedendo a registrare i punti della patente decurtati negli archivi informatici del Ministero dei Trasporti.

La registrazione dei punti normalmente viene effettuata dopo che il verbale è diventato definitivo, ovvero:

  • dopo che è stata pagata la sanzione pecuniaria
  • quando gli eventuali ricorsi si sono conclusi in senso sfavorevole per l’interessato
  • oppure sono scaduti i termini per la presentazione dell’istanza di annullamento

Successivamente, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, sulla base della decurtazione registrata e senza entrare nel merito della registrazione dei punti effettuata dall’ufficio di polizia, notifica l’avvenuta riduzione di punteggio attraverso l’app Ipatente o tramite email se sei registrato al sito www.ilportaledellautomobilista.it.

Pertanto se dopo il ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace il verbale di contestazione viene annullato non dovresti subire la decurtazione dei punti. Se ciò dovesse accadere per errore, per chiedere la rettifica dovrai rivolgersi direttamente all’organo che ha redatto il verbale. 

In tal caso potrai segnalare l’illegittima decurtazione dei punti con una semplice istanza in autotutela.

La normativa sulla patente a punti

l’articolo 126-bis del Codice della strada stabilisce che all’automobilista viene riconosciuto un punteggio iniziale di 20 punti in riferimento alla propria patente di guida.

Tale punteggio diminuisce ogni volta che viene commessa una infrazioni del Codice della Strada che prevede la decurtazione dei punti della patente. 

In relazione alla gravità della violazione commessa si può perdere da un punto a dieci punti.

Nel caso l’accertamento riguardi più infrazioni possono essere decurtati al massimo 15 punti, ma questo limite non vale se tra le sanzioni accertate ce n’è una che comporta la sospensione o la revoca della patente.

Per i neopatentati, nei primi tre anni, i punti persi per ogni violazione vengono raddoppiati.

Se l’automobilista dovesse arrivare a un “saldo” pari a 0 punti, la patente viene automaticamente revocata e l’intestatario della patente dovrà ripetere l’esame sia di teoria che di pratica, da effettuare entro 30 giorni dalla ricezione della relativa notifica di revoca.

Durante questo periodo è ancora possibile circolare utilizzando la propria patente.

Dopo aver superato l’esame vengono riassegnati i 20 punti iniziali; mentre se non si superano gli esami entro il suddetto termine di 30 giorni, la patente viene sospesa a tempo indeterminato.

Come recuperare i punti della patente

Gli automobilisti che hanno almeno 20 punti e non commettono infrazioni nell’arco di due anni, hanno diritto a due punti “bonus” di due punti ogni due anni, fino a un massimo di 30 punti in totale.

Chi invece è stato già sanzionato ed è in possesso di meno di 20 punti, se non commette infrazioni che comportano la decurtazione dei punti della patente per almeno due anni torna al punteggio pieno iniziale di 20 punti.

Inoltre è possibile recuperare i punti della patente frequentando i specifici corsi tenuti presso le scuole di guida o uno dei centri autorizzati dal Ministero dei Trasporti.

I corsi consentono di recuperare

6 punti a chi ha la patente AM, A1, A2, A, B1, B, BE

9 punti a chi ha la patente C1, C1E, C, CE, D1, D1E, D, DE, il certificato di abilitazione professionale di tipo KA e KB, la carta di qualificazione del conducente (CQC)

Ad ogni modo con i corsi di recupero non si può superare il limite massimo di 20 punti.

Ai fini della validità del corso non è necessario sostenere un esame finale, in realtà basta che sia assicurata la presenza al singolo corso.

Per accedere ai corsi occorre presentare

– la stampa dell’attestato scaricato dal sito www.ilportaledellautomobilista.it (vedi sopra);

oppure

– la stampa del saldo punti richiesta, senza alcun costo, ad un Ufficio motorizzazione civile

Come richiedere SPID per verificare i punti della patente

Vuoi verificare il punteggio della patente ma non hai SPID? Non è un problema puoi ottenerlo in pochi minuti comodamente da casa.

SPID è il Sistema Pubblico di Identità Digitale che puoi attivare rivolgendoti ad un gestore qualificato come per esempio Poste Italiane.

Puoi chiedere online SPID in pochi minuti registrandoti direttamente sul sito posteid.poste.it, ma solo utilizzando un cellulare certificato presso Poste Italiane o la disponibilità di un lettore Bancoposta. Altrimenti dovrai recarti di persona presso gli uffici postali.

Registrati subito con Poste cliccando qui.

Per registrarti tieni a portata di mano

  • Un indirizzo e-mail
  • Il tuo numero di cellulare
  • La tessera sanitaria
  • Un documento di riconoscimento valido

In alternativa puoi contattare uno dei gestori abilitati che trovi qui.

3 pensieri su “Verifica punti patente: come controllare il saldo con SPID e app da cellulare

  1. Pingback: Tabella punti patente aggiornata –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *